A ROBERTO ZAZZARA LA TERZA EDIZIONE DEL PREMIO CODICE CITRA “VINI, VOLTI E VALORI”

Il riconoscimento speciale assegnato in collaborazione con il Flaiano Film Festival sarà consegnato venerdì 1 Luglio al Parco Florida a Pescara al regista abruzzese che racconta l’antica tradizione della TRANSUMANZA

Ortona, 29 giugno 2016 – Anche quest’anno Codice Citra rinnova la partnership con la Fondazione Edoardo Tiboni in occasione della 43esima edizione del festival Premi Internazionali Ennio Flaiano e assegna la terza edizione del Premio “Vini, Volti, Valori” a ROBERTO ZAZZARA, regista di “TRANSUMANZA”. La premiazione si svolgerà venerdì 1 luglio presso il Parco Florida a Pescara, prima della proiezione del film. A consegnare il riconoscimento sarà Lorenzo Mancinelli, Vicepresidente del Gruppo Codice Citra.

Il premio “Vini, Volti, Valori”, giunto alla terza edizione, è assegnato da Codice Citra e dal Flaiano Film Festival a un personaggio abruzzese che si è particolarmente distinto nel mondo del cinema. Nel 2014 è stato attribuito allo storyboarder Cristiano Donzelli e nel 2015 a Stefano Odoardi, regista abruzzese del film “Mancanza – Inferno”, che racconta il dramma del terremoto de L’Aquila.

Il regista pescarese Roberto Zazzara ha realizzato diversi lungometraggi e cortometraggi che sono stati selezionati e premiati in diversi concorsi nazionali. Nel 2015 ha presentato il docu-film Transumanza al Social World Film Festival di Vico Equense (Napoli), dove ha ricevuto il premio per la miglior sceneggiatura. Il documentario, scritto “on the road”, ripercorre l’antico tracciato del Tratturo Magno, la strada maestra che portava i pastori e le loro greggi da L’Aquila a Foggia. Un percorso di 250 km attraverso l’Abruzzo, il Molise e la Puglia coperto in dieci giorni, in cui il regista e i suoi collaboratori hanno seguito, attrezzatura in spalla e passo dopo passo, il respiro dei camminatori.

“Siamo molto felici di poter consegnare il nostro premio a un regista abruzzese di grande talento come Roberto Zazzara.” ha dichiarato Lorenzo Mancinelli, Vicepresidente del Gruppo Codice Citra. “Con il suo documentario, Roberto ha saputo abilmente raccontare una tradizione secolare come la transumanza, che noi produttori di vino ci troviamo spesso a raccontare, soprattutto all’estero, quando presentiamo il nostro territorio e spieghiamo le origini del vitigno Pecorino.”

La partnership tra Codice Citra e la Fondazione Edoardo Tiboni si rinnova per il quarto anno consecutivo, un matrimonio tra vino e cultura, all’insegna della qualità. I vini Codice Citra rappresentano l’abbinamento ideale per ospiti, attori, scrittori e registi per tutta la durata della kermesse di cinema, narrativa e teatro.