“Chi c’è.. c’è in Anteprima” – seminario di degustazione

Lunedì 4 marzo, nella splendida cornice del Museo Michetti, tra le meravigliose tele di Michetti, si è tenuto il seminario di degustazione “Chi c’è.. c’è in Anteprima” condotto da Riccardo Cotarella, enologo consulente di Codice Citra e presidente mondiale degli Enologi, moderato da Massimo Di Cintio, giornalista enogastronomico e alla presenza di Attilio Scienza, professore ordinario di Viticoltura all’Università degli Studi di Milano.

evento chi c'è c'è in anteprima

 

Per l’occasione sono state degustate le nuove annate della selezione dei vini Codice Citra a partire dagli spumanti brut Fenaroli metodo classico 36 mesi (Montonico e Pecorino), tutti i vini della linea Ferzo, compreso il Montepulciano d’Abruzzo DOP Teate 2016, per finire con Caroso Montepulciano d’Abruzzo DOP Riserva 2015 e Laus Vitae Montepulciano d’Abruzzo DOP Riserva 2014.

i vini di codice citra

 

All’evento hanno partecipato oltre 80 persone tra ristoratori, sommelier, giornalisti ed esperti di settore.

“Sono molto contento del progetto di sperimentazione che stiamo portando avanti con tutti i tecnici di Codice Citra, sia per l’importanza della stessa e sia per la numerosità dei dati raccolti. Sono convinto che la vera chiave di volta della sperimentazione non sia solo l’uva, ma soprattutto il territorio che dona un imprinting unico al suo vino. – ha affermato Riccardo Cotarella – “Ho accettato questa collaborazione come una grande sfida, perché conosco altre cantine sociali e le difficoltà che si incontrano. Sono sicuro che raccoglieremo ottimi frutti , lavorando tutti insieme con grande impegno. Credo che i vini abruzzesi abbiano delle enormi potenzialità di crescita e meritino di essere valorizzati e apprezzati. Codice Citra può essere un grande propulsore di questo nuovo sviluppo, un esempio per il riscatto di tutta la regione.”

«Il dottor Cotarella e il professor Scienza – ha dichiarato il presidente di Codice Citra, Valentino Di Campli –   sono parte attiva del percorso che Codice Citra sta portando avanti per valorizzare al meglio il nostro territorio e i nostri vini, anche attraverso la cultura. Oggi ci troviamo proprio in uno dei simboli dell’Abruzzo culturale in mezzo a due scene incredibili – sottolinea il presidente, riferendosi alle due grandi tele, “Le serpi” e “Gli storpi” di Francesco Paolo Michetti, esposte nella Sala Ipogea del MuMi –   che ci ricordano il nostro passato. Ora è tempo di guardare al futuro e lo facciamo degustando il cammino che con i soci, gli agronomi, i cantinieri e tutti i collaboratori stiamo facendo e di cui oggi vogliamo dare un anteprima».

Nel corso dell’evento il presidente Di Campli ha omaggiato il dottor Cotarella con la bellissima serigrafia “Notte di piena estate” del noto artista abruzzese Tommaso Cascella, poiché pochi giorni fa gli è stata conferita la laurea “honoris causa” in Economia e Management dall’Università degli Studi del Sannio.

serigrafia “Notte di piena estate” per Riccardo Cotarella