Sono stati proclamati ieri sera le tre vincitrici del terzo appuntamento del contest culinario “MIGLIOR VIGNAIOLO-PASTICCERE DELL’ANNO 2018”, indetto da Codice Citra e Red Academy. Visto il successo delle prime due edizioni del concorso di cucina “Miglior Cuoco-Socio” con i primi e i secondi piatti della tradizione, in cui hanno gareggiato, a suon di fornelli, ben 162 partecipanti, e sono stati realizzati due ricettari con oltre 90 ricette ciascuno, Codice Citra e ReD Academy hanno deciso di continuare il percorso con la gara dei dolci tipici abruzzesi per decretare il “Miglior Vignaiolo-Pasticcere 2018”.

Ecco i nomi dei vincitori di ogni cantina e i dolci preparati:

Cantina Pollutri – Felicia Cionci – Amaretti pollutresi, molto apprezzate dalla giuria sia per la ricerca degli ingredienti che per il legame con la tradizione e il territorio. Felicia ha, infatti, raccontato che gli amaretti venivano mangiati mangiate durante le feste patronali e delle cerimonie matrimoniali.

Cantina San Giacomo – Mara Berghella – Cellipieni di S.Vito con marmellata di arancia tipica della costa dei Trabocchi in cui si trovano numerosi aranceti con piante La signora Mara ha spiegato che “i celli ripieni” sono il dolce per definizione delle feste di S. Vito chietino, il suo paese di origine. La tradizione vuole che venissero realizzati per augurare un fecondo matrimonio agli sposi novelli.

Cantina CCDD Tollo – Nicoletta Marrocco – Percoche di donna Letizia, assai graditi dalla giuria sia per il gusto, l’equilibrio degli ingredienti e al presentazione. La signora Nicoletta ha raccontato di aver preparato questi dolci con una ricetta assai antica (di oltre 50 anni fa) tramandata in paese dalla pasticcera “donna Letizia” di Tollo. Realizzate con pan di spagna soffice e gustoso bagnato con l’alchermes (rigorosamente abruzzese) e farcite, infine con crema pasticciera.

Le prelibatezze dolciarie sono state valutate da una giuria composta da cinque personalità: Paolo Castignani, giornalista esperto in salute, Gabriella Mincarelli, responsabile ReD Academy, Gianfranco Nocilla, presidente ReD Academy, Marianna Benvenuto, Sommelier AIS, Francesca Rapini, giornalista di D’Abruzzo. I tre giudici sono stati garanti della cultura e tradizione gastronomica del territorio abruzzese, valutando questi aspetti: presentazione, gusto, legame con il territorio e innovazione. Sono rimasti entusiasti dalla creatività nella tradizione e nella riscoperta di antichi sapori, sapientemente proposti utilizzando anche antiche ricette tramandate dalle nonne. A tutti i dolci preparati è stato abbinato lo spumante dolce “Moscardello, Moscato, Terre di Chieti, IGP.

Il percorso sarà articolato in tre appuntamenti in ognuno dei quali si sono sfideranno tre cantine, suddivise in squadre formate da tre componenti. A ciascun partecipante verrà dato un punteggio echi, all’interno della propria squadra, avrà ottenuto la votazione più alta rappresenterà la sua cantina alla finalissima, a cui avranno accesso solo i nove migliori vignaioli pasticceri delle relative cantine. Il concorso ha come scopo la valorizzazione dei dolci tipici della tradizione e, quindi, saranno selezionati i piatti privi di contaminazioni estranee al territorio di riferimento. Inoltre, si propone come un’opportunità per la diffusione dei principi di una sana e corretta alimentazione nel rispetto della cultura territoriale, stagionalità dei prodotti ma anche innovazione.