Codice Citra: verso nuovi traguardi

Credere nella cooperazione significa continuare ad investire nel territorio e alimentare lo sviluppo attraverso progetti di crescita. È questo lo spirito alla base del piano di miglioramento che il Gruppo Citra si appresta a realizzare e andrà avanti per i prossimi 24 mesi, finalizzato principalmente all’aumento della qualità dei vini e allo sviluppo dei processi produttivi.
L’investimento totale previsto è pari a circa 8 milioni di euro.

“Fare le cose vecchie in modo nuovo questa è innovazione” (Joseph Schumpeter).

Per potenziare il continuo miglioramento e la valorizzazione del patrimonio vitivinicolo abruzzese, oltre agli investimenti materiali, è necessario attuare dei percorsi di crescita in grado di evidenziare la distintività delle eccellenze vitivinicole e sostenere la ricerca applicata. È fondamentale che tutti si sentano partecipi di questo percorso e, insieme, si contribuisca alla “creazione della ricchezza” lungo la filiera produttiva, dalla vigna alla bottiglia, per arrivare ad aumentare il valore dei vini abruzzesi. Un progetto nuovo che punta alla ricerca scientifica in ambito sia viticolo che enologico con l’obiettivo di sviluppare nuovi protocolli e tecniche viticole ed enologiche atte a innalzare ulteriormente la qualità dei vini mantenendo un’attenzione particolare ai territori e all’ambiente.
Il futuro dell’enologia parte dalla vigna incoraggiando pratiche ecosostenibili, rivolte alla riduzione nell’uso di prodotti chimici a favore di soluzioni agronomiche e naturali, per la conservazione delle risorse naturali e la cura del paesaggio.

“Parve che una brama di rinnovanza dalla terra uscisse” (D’Annunzio).

Codice Citra: verso nuovi traguardi